lunedì 30 giugno 2014

Vi aspetto su google plus

Chi vuole fare del blogging, qualsiasi sia la tematica trattata - insomma che si tratti di un blog culturale, di un fashion blog, di un semplice contenitore di notizie sportive e come nel mio caso di un qualcosa di rivolto al cleaning professionale - noni può prescindere dal servirsi di un social come google plus
I motivi sono diversi. 

Fondamentale, come primo aspetto, la paternità che google associa ai vostri contenuti con la richiesta dell’authorship legata al profilo dell’account: in questo modo i vostri articoli saranno di categoria più elevata rispetto a qualcuno che magari si è solo limitato a fare un copia incolla di un lavoro trovato in rete, magari uno dei vostri. In questo modo è ovvio che i vostri contenuti risultano protetti e garantiti. 

Altra caratteristica degna di nota la possibilità di poter accedere a tutta una miriade di servizi che google vi mette a disposizione (superfluo elencarli). 

Ce ne sono anche altri di vantaggi, ma diversi blog ne hanno già tessuto le lodi. 

In questi giorni è scomparsa l’immagine legata al profilo che compariva nei risultati di ricerca, ma google garantisce che si tratta di una scelta che non andrà a incidere sulla visibilità e sull’indicizzazione degli articoli. 

Dunque Google Plus è uno strumento fondamentale soprattutto per costruire la propria autorevolezza ed è lì che vi aspetto.

Nessun commento:

Posta un commento

Il mio blog non censura nulla a parte lo spam manifesto. Nessun Vostro Commento verrà mai rifiutato, rimosso, attenuato o tagliato. L'importante è assumersi la paternità di quello che si dice. Anche gli anonimi possono commentare. Vi prego tuttavia di evitare insulti gratuiti e altre sciocchezze.