martedì 21 aprile 2015

Il modo migliore per farsi vedere senza fare spam

Più passa il tempo, ormai è un anno che pubblico, più cerco di analizzare e scovare nuovi sistemi per avere sempre più visibilità. 

Naturalmente Il modo migliore per farsi vedere senza fare spam è quello di ricevere traffico direttamente da google. Tuttavia, quando uno è agli inizi, e uno con un anno di blogging e cinquanta post all’attivo si è ancora agli inizi mica è facile portare pazienza. 

Vi voglio perciò illustrare tre modi di cui mi servo. 

1 - Account personali: condividere i propri contenuti sui propri profili personali, facebook, Linkedin, Twitter, google+ e sulle pagine aziendali proprie non si può neppure denominare spam. Sono cose mie e tendenzialmente ci faccio quello che voglio. È ovvio che occorre un ceto buon gusto: pubblicare e postare le proprie cose in maniera esagerata non porta di sicuro vantaggi. 

2 - Aggregatori: in fase iniziale sono un forza d’urto ottima per farsi conoscere, ma gli aggregatori hanno un handicap grosso e deleterio una volta cresciuti. Nel momento in cui un nostro contenuto viene pubblicato su una di queste piattaforma cessa immediatamente di essere una nostra proprietà e chiunque può prenderne possesso e servirsene per i propri scopi, alla faccia dei diritti d’autore e quant’altro. 

3-  Gruppi facebook e google plus: Anche questi possono essere una forma di condivisione molto forte in fase iniziale. Ma in un secondo tempo diventano solo un voto di scambio e gli svantaggi possono essere maggiori dei vantaggi. Non bisogna sbagliare la scelta di gruppi in cui ci si iscrive. 

Raccontatemi il vostro punto di vista.

Nessun commento:

Posta un commento

Il mio blog non censura nulla a parte lo spam manifesto. Nessun Vostro Commento verrà mai rifiutato, rimosso, attenuato o tagliato. L'importante è assumersi la paternità di quello che si dice. Anche gli anonimi possono commentare. Vi prego tuttavia di evitare insulti gratuiti e altre sciocchezze.