martedì 23 giugno 2015

Rispondere ai commenti. Sempre

Un blogger che si rispetta deve rispettare i suoi lettori e un modo di mostrare grande rispetto consiste nel rispondere ai commenti che si ricevono sul blog ( tripla ripetizione voluta): sempre

Purtroppo, diversamente da altri blogger, io non sono sul pezzo (sulla piattaforma) in maniera assidua. Faccio fatica a volte a trovare i ritagli di tempo per controllare. Spesso sono fuori sede tutto il giorno e i commenti che ricevo riesco a leggerli e notarli in tempi successivi. Ma come ho già scritto, siccome sono una componente essenziale del blog appena ho tempo rispondo. 

Devo farlo anche perché al momento non ne sono sommerso, sono solo sette i commenti che ho sul blog, dopo che ho disattivato i commenti da Google+. Provate a pensare però se ogni giorno dovessero arrivarmi decine di commenti ogni giorno. 

E vedrete che un po’ alla volta succederà. 

Intanto in questi primi tempi sto lasciando alla libertà di commentare a chiunque. Il mio blog non si presta a trollaggio e quindi non vedo perché non possa dare spazio a tutti coloro desiderosi di interagire con me. Non è attiva nessun tipo di moderazione. Vi chiedo solo, se lo fate, di essere rispettosi. 

Nel frattempo ho provveduto a rispondere

Grazie!

2 commenti:

  1. Aggio visto ca te sì spremmuto assaje (ho visto che ti sei spremuto molto nel rispondere).

    Devo dire che anche io credo che rispondere ai commenti sia un po' come rispondere a chi ci saluta, e siccome: 'o saluto è e' ll'Angelo, noi non dobbiamo fa' piglià collera agli Angeli, anche se a volte, quando abbiamo meno tempo, trascuriamo (uso il plurale maiestatis per non dire io) proprio i commenti dei blogger amici, sperando che non se ne abbiano a male...

    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' alla volta si commenta sempre :-D
      Grazie Salichiella

      Elimina

Il mio blog non censura nulla a parte lo spam manifesto. Nessun Vostro Commento verrà mai rifiutato, rimosso, attenuato o tagliato. L'importante è assumersi la paternità di quello che si dice. Anche gli anonimi possono commentare. Vi prego tuttavia di evitare insulti gratuiti e altre sciocchezze.